Telefono +39 06 205 22 55
Orari Apertura Lun - Ven 10:00-19:00 | Sab 10:00-13:00
Guida all’Acquisto

Scopri come acquistare un Auto di Importazione dalla Germania

GAIA AUTO ITALIA S.R.L. attiva dal 2007, si occupa principalmente della ricerca mirata di veicoli usati/aziendali su espressa richiesta del cliente. Se state cercando una determinata vettura che rientri nei marchi riportati, siamo in grado di individuare e proporvi le offerte più interessanti disponibili nei maggiori centri italiani e Tedeschi.

Vi starete sicuramente chiedendo come sia possibile acquistare vetture seminuove a scatola chiusa. Chiedetevi però anche perché sempre più acquirenti, da oltre 15 anni, decidono di acquistare un’auto in questo modo e come mai ogni anno vengono importati dalla Germania migliaia e migliaia di veicoli.

Se non vi siete mai affacciati al mercato delle auto seminuove su ordinazione, ecco una serie di brevi chiarimenti che spiegano il motivo per il quale il cliente si stia spostando sempre più in questa direzione:

Attenzione:

Noi non siamo una società di import/export ma usufruiamo di diversi società che si occupano di acquistare, controllare e svolgere le pratiche di importazione dei veicoli. Comprando da noi acquistate veicoli già italianizzati e vi verrà rilasciata regolare fattura d’acquisto.

1. Acquistare su ordinazione

Partiamo dal presupposto che per noi autosaloni avere vetture in pronta consegna significa investire soldi in beni che si svalutano giorno per giorno. Lavorare invece su espressa ordinazione del cliente (quindi sul venduto) è meno redditizio ma riduce a zero il rischio di perdite. Tradotto, vetture in pronta consegna devono essere vendute velocemente altrimenti diventano una remissione.

Oggi più di ieri però la situazione è la seguente:

  1. Il numero di modelli proposto da ogni singola casa automobilistica è almeno quintuplicato rispetto al passato.
  2. Ogni singolo modello può avere più varianti (3 o 5 porte, berlina, sedan, station wagon, coupé, gran coupé, Suv, cabrio ecc.).
  3. Ogni singolo modello in ogni sua variante ha più motorizzazioni (o stessa motorizzazione con differenti KW/CV) e tipi cambio e trazione.
  4. Ogni singolo modello in ogni variante e relativa motorizzazione ha un minimo di 4 allestimenti che oramai arrivano a stravolgere completamente addirittura l’estetica o l’essenza stessa della vettura.
  5. Infine anche l’allestimento può essere personalizzato con un numero ed una varietà di accessori ormai tale da far raddoppiare il prezzo di partenza dell’auto.

La scelta mette in crisi il cliente che si trova naturalmente a dover dare precedenza a ciò che ritiene primario in base naturalmente alla cifra che può spendere.

Non è forse vero che ormai accessoriare una vettura costa più dell’auto stessa?

Da 10 anni a questa parte per noi concessionari “indovinare” quale auto si venderà velocemente e quale in remissione a distanza di mesi è divenuto praticamente impossibile! Il più delle volte si tratta semplicemente di fortuna e in questo senso, la crisi economica che stiamo vivendo di certo non aiuta.

La soluzione è che il cliente chieda di reperire il veicolo come di suo interesse (motorizzazione, allestimento, accessori ecc.) in rapporto a quello che è il suo budget di spesa.

Non si tratta di acquistare a scatola chiusa come alcuni clienti sono portati a pensare (specie quelli di vecchio stampo). Questo discorso è valido infatti prettamente per veicoli semi-nuovi (aziendali, rientro leasing, lungo noleggio o vetture demo) veicoli cioè dove le condizioni e l’usura sono già verificati e garantiti da marchio qualità usato casa madre.

In linea di massima si, ma non sempre. E’ bene fare una precisazione: il vero vantaggio nell’acquistare una vettura seminuova dalla Germania sta nella possibilità di poterla scegliere come la si desidera risparmiando rispetto al prezzo del nuovo, ma soprattutto potersi permettere alcuni accessori altrimenti proibitivi a causa del costo. Chiunque pensi che in Germania regalino le auto si sbaglia e rischia solo di perdere tempo.

Ci sono tuttavia tipologie di veicoli che all’estero vengono prodotte in numero molto importate per uso aziendale e poi smaltite in grandi quantità a prezzi effettivamente molto allettanti. Si tratta però per lo più di berline, coupè e station wagon di fascia alta o grandi ammiraglie ben allestite con 12-18 mesi di vita e chilometraggio orientativo 10.000/30.000. Il risparmio su queste vetture può arrivare realmente fino al 40-45% dal listino. Difficilmente troverete lo stesso risparmio su medi e grandi SUV.

2. Le auto di importazione

Che le auto siano pronte sul nostro piazzale o da ordinare, le acquistiamo sempre dai medesimi fornitori. Nel nostro caso le auto provengono da stabilimenti ufficiali o relativi centri di distribuzione, sono auto usate, rientro leasing o aziendali interne.

Godono di garanzia europea della casa madre (di solito 24 mesi dalla prima immatricolazione) e sono meticolosamente controllate e garantite al 100%.

Assolutamente no, dal momento che sono costruite nella medesima fabbrica.

Ciò che cambia in un veicolo venduto in due diversi paesi è solamente la combinazione degli accessori presenti all’interno di un determinato pacchetto o, in alcuni casi, il nome del pacchetto stesso.

Domandare è lecito ma la risposta è scontata. E’ opportuno comunque fare chiarezza sull’argomento per coloro che non si sono mai affacciati al mercato delle auto provenienti dall’estero.

L’usato proveniente dalla Germania è considerato il più sicuro e controllato a livello internazionale. Le vetture sono pari al nuovo e godono di garanzia europea della casa madre. Eventuali urti o danni ripristinati in precedenza sono dettagliatamente registrati e riscontrabili in qualsiasi officina autorizzata tramite telaio.

Il chilometraggio è verificabile in qualsiasi momento, ma naturalmente una vettura seminuova si presenta da sola.

3. Rischi: truffe e raggiri

Se venite da una ricerca Internet su portali di compravendita tenete sempre a mente una cosa:

Chiunque può inserzionare dei veicoli… è sufficiente iscriversi al portale Autoscout24 e copiare/incollare fotografie di vetture prese altrove! Sta a voi capire se dietro c’è un vero concessionario, una società fantasma o un truffatore in uno scantinato.

Negli anni il mercato è stato praticamente invaso da venditori che sostengono di lavorare auto di importazione ma che aprono serrande che restano operative 6/12 mesi per poi sparire nel nulla (il più delle volte truffando gli ultimi che capitano). C’è da tener conto che in questo i portali internet come AutoScout24 o Subito.it non hanno aiutato, al contrario come detto, questi finti venditori hanno travato la giusta strada per imporsi nel mercato.

Se state pensando “io non sono così stupido da farmi fregare” è perché non avete idea di quanti clienti ogni giorno credono di essere più furbi del più astuto dei truffatori ma puntualmente finiscono nelle loro grinfie.

Indipendentemente dal fatto che acquistiate o meno l’auto da noi, ci sono alcuni semplicissimi ma fondamentali accorgimenti da seguire.

Primo fra tutti è la truffa sopra riportata, di inserzionisti che attirano clienti con prezzi allettanti per poi sparire una volta intascata la caparra di ordine, o in alcuni casi, addirittura l’intero importo. E’ una truffa molto diffusa e non solo sulle auto, ma obiettivamente basta davvero poco per diffidare di venditori improvvisati e non correre rischi. L’acconto per l’ordine dovrebbe essere semplicemente una somma a dimostrazione del vostro effettivo interesse, non metà dell’intero importo da versare fin da subito.

Attenzione poi anche al semplice commerciante furbo, che pur di concludere subito la vendita e non rischiare che andiate a comprare l’auto altrove, vi propone su carta una vettura molto vantaggiosa senza averla però realmente disponibile… della serie: “intanto mi prendo la caparra, poi vedo di trovare l’auto”.

E’ naturale porsi certe domande visti episodi passati. Come anticipato però, noi non siamo una società di import/export e per scelta non importiamo direttamente veicoli.

Il versamento IVA, dove previsto, non spetta a noi ne a voi ma alle società di broker che si occupano dell’importazione delle auto.

Acquistando dalla Concessionaria Gaia Auto Italia acquistate con regolare passaggio di proprietà solamente vetture già italianizzate e con regolare fattura di vendita.

Questo è un altro punto da dover chiarire. Come detto poco sopra, portali come Autoscout24 sono divenuti nel tempo terra di nessuno. I prezzi indicati su auto “da ordinare” nella maggior parte dei casi sono lontani anni luce dal reale (prezzo + IVA, prezzo più spese, prezzo escluso accessori, ecc).

Lo scopo principale è naturalmente quello di attirare per primi il cliente in sede e proporgli una differente offerta meno vantaggiosa della prima. Per evitare di perdere visibilità sul portale a causa del prezzo anche i più “corretti” sono dovuti ricorrere a qualche stratagemma.

Questo però a lungo andare, ha portato ad una cattiva informazione, soprattutto poiché chi entra in Autoscout24 per iniziare a farsi un idea dei prezzi in previsione di un futuro acquisto, viene portato in prima battuta ad orientarsi su un budget di spesa molto ma molto distante rispetto a quello reale.

4. Ordine e Acquisto

In un mercato come quello dell’importazione delle auto dove il facile risparmio pare sempre dietro l’angolo, è bene fare chiarezza su come mai i costi di nazionalizzazione e targhe di un veicolo sembrano variare da concessionario a concessionario. “Quanto vi prendete voi per importare un veicolo?” potrebbe essere la classica domanda di chi è sempre alla ricerca della soluzione più economica tra le economiche. Se siete tra quelli ancora convinti che chi fa il prezzo più basso è buono e chi fa il prezzo più alto è cattivo sappiate che purtroppo 9 volte su 10 non è così!

Importare veicoli dall’estero richiede la sinergia di 5 differenti parti, ognuna delle quali svolge un compito differente dall’altra. Le concessionarie sono solo l’ultimo anello della catena:

Società di import/export
Società di tramite
Società di trasporti
Agenzia di pratiche auto
Concessionario

Non è un segreto che affidarsi a collaboratori affermati nel settore e società con uno storico ha un costo. Noi di Gaia Auto Italia sappiamo bene i prezzi che propone la nostra concorrenza. Ma negli anni abbiamo anche imparato a nostre spese che tutto ha un costo! Se sono le 500,00 o 1.000,00 euro a farvi la differenza sull’acquisto di un’auto tanto da dover mettere in secondo piano aspetti come il servizio e la sicurezza, forse vuol dire che in partenza state facendo il passo più lungo della gamba. Se state cercando la soluzione più economica tra le economiche saremmo i primi a potervela offrire, solo che non ci interessa farlo.

Una volta individuata la vettura che potrebbe interessarvi, ordinarla significa solo lasciare un minimo impegno a dimostrazione del vostro effettivo interesse.

L’acquisto naturalmente avviene solo dopo la presa visione dell’auto.

L’acconto può variare da un minimo di 1.500 euro a un massimo del 30% del totale e verrà trattenuto esclusivamente in caso di rescissione dal contratto senza giusta causa.

Mediamente ci vogliono due o tre settimane per il trasporto della vettura, più altre due/tre settimane circa per le pratiche di nazionalizzazione e targhe italiane.

C’è da tener presente che non stiamo parlando di un paio di scarpe, quindi l’eventualità di qualche giorno di ritardo deve essere tenuta in considerazione.

Naturalmente si. Questo è quello che fanno la maggior parte dei clienti che vengono da fuori Roma.

Una volta che siete in possesso della scheda ufficiale della vettura scelta, basta confermare l’ordine con un bonifico a garanzia e la firma del contratto di prenotazione.

L’auto da voi scelta verrà caricata su camion e scaricata nella nostra Concessionaria a Roma nell’arco di due, massimo 3 Martedì lavorativi.

A quel punto potete raggiungerci per vederla, controllarla e provarla, ed infine concluderne l’acquisto.

Naturalmente, un venditore che non ha nulla da nascondere, dovrebbe essere in grado di rilasciarvi il numero di telaio della vettura scelta entro poche ore dalla prenotazione.

Con il telaio potete recarvi preventivamente in qualsiasi sede ufficiale e confrontare in via telematica lo storico, i codici accessori ed eventuali interventi effettuati.

Trattandosi di usato in stock, rigorosamente controllato, catalogato e garantito da marchio qualità, le probabilità che ciò accada sono pari a zero. Le auto che noi vi proponiamo sono da considerarsi pari al nuovo sotto il profilo dell’usura tanto che il 90% dei clienti resta sorpreso di come tali vetture ad una prima occhiata potrebbero essere confuse per nuove. 

C’è comunque da tener presente che non si tratta di auto nuove!

Quindi se la vostra intenzione è di mettervi a controllare la carrozzeria con la lente di ingrandimento e reclamare il minimo puntino sulla vernice per ottenere uno sconto finale, siamo i primi a consigliarvi di optare per il nuovo.

Forse, vista la situazione del mercato automobilistico, è bene spendere due parole in più riguardo il ritiro delle permute e relativo metodo di valutazione. Sarà capitato a chiunque di alzarsi imbronciato dalla scrivania di una concessionaria dopo aver sentito quella che è l’offerta per il ritiro della propria vettura.

Ebbene, mettiamola in questo modo: noi commercianti di auto siamo quasi costretti ad acquistare la vostra vecchia auto per vendervi la nuova. In poche parole, per incassare la provvigione di una vendita dobbiamo venderne due.

Non sarebbe un problema qualora si trovasse facilmente un accordo, ma la maggior parte dei clienti ha pretese che non stanno né in cielo né in terra, dando quasi un valore affettivo alla propria auto, senza accorgersi che in condizioni inverse, sarebbero i primi ad essere scettici nell’acquistare una macchina di 6 o 7 anni e oltre 150.000 Km.

Quella che per voi è un gioiello per chi compra è un rischio, quello che per voi è solo un graffietto, per chi compra diventa un danno … ma puntualmente se la vostra auto vale 7,00 voi vorreste venderla a 10,00 e il futuro acquirente vorrà pagarla 5,00! Ricordate che in tutto ciò noi siamo nel mezzo, e dovremmo addirittura ricavarne un profitto.

Non chiedete solo “quanto vale il mio usato” pensate anche a “quanto ci vorrà per vendere il mio usato?”

A tal proposito, le nostre valutazioni sono un giusto connubio tra quelle riportate su Quattroruote ed una ricerca di mercato estrapolata dal portale Autoscout24.

In conclusione, ritiriamo il vostro usato.

Ricordate però che come voi siete alla ricerca del prezzo più conveniente sulla nuova auto, anche chi vorrà acquistare il vostro usato la penserà esattamente come voi.

Non staremo a fare frasi fatte del tipo: mettiamo il cliente al primo posto, oppure, trasparenza e professionalità sono le nostre caratteristiche distintive.

Questo potete verificarlo da soli.

Siamo regolarmente iscritti ai maggiori portali dove è possibile recensire liberamente un’attività come la nostra: FacebookGoogleQuattroruoteCylex Aziende ecc.

Potete in qualsiasi momento scrivere di noi ciò che volete e dove volete e pubblicarlo nel web.

Siamo orgogliosi di poter affermare che, nonostante le limitazioni dovute alla crisi economica di questi anni, la Concessionaria Gaia Auto Italia S.r.l. a Roma è una realtà attiva dal 2007 ed in continua crescita, che ha avuto l’ambizione di inaugurare nel Febbraio 2014 un secondo nuovissimo showroom, che affaccia direttamente sul Grande Raccordo Anulare di Roma.